QUEL FIUME CHE SCORREVA IN GERMANIA


Elvis registrò Blue River il 27 maggio 1963, al termine di una session a Nashville che fruttò numerosi master. I piani della RCA prevedevano la pubblicazione di un nuovo album, ma per una serie di motivi non se ne fece nulla e sul mercato finì invece la compilazione Elvis' Golden Records, Volume 3. Il repentino cambio di programma ebbe un effetto catastrofico su buona parte delle canzoni incise a Nashville, che nei cinque anni successivi sarebbero finite sui lati meno prestigiosi di diversi singoli e in quei long play contenenti le colonne sonore dei film di Elvis che necessitavano di riempitivi.

 Blue River è un brano ritmato senza particolari pretese, ma si lascia ascoltare volentieri. Semplice ma interessante il testo, non fosse altro perché ricorda quello di Heartbreak Hotel. In effetti, Elvis ci parla nuovamente di un rifugio per innamorati disillusi, e a ben vedere versi come a place where lonely lovers all go to cry their tears rimandano inequivocabilmente al grande successo del 1956. Ma il sinistro hotel in fondo a Lonely Street lasciava presagire una pace eterna per i cuori infranti, mentre il fiume triste è testimone di uno sfogo senza apparenti conseguenze!


Dal punto di vista discografico il turno di Blue River arrivò alla fine del 1965, quando fu selezionata come b-side di Tell Me Why, un inedito del 1957 riesumato dalla RCA. In questo ruolo defilato non andò oltre il 95° posto in classifica. Quanto alla GermaniaTell Me Why fu affiancata da Puppet On A String, mentre Blue River si guadagnò il lato principale di un 45 giri (con copertina conforme a quella del Tell Me Why statunitense) all'inizio del 1966. Curiosamente, sulla seconda facciata del singolo finì la bella You'll Be Gone, già comprimaria di Do The Clam dodici mesi prima. In quella circostanza, sull'etichetta del vinile i nomi degli autori del brano erano stati riportati in questa sequenza: West-Presley-Hoage, laddove si sarebbe dovuto scrivere Hodge. Ebbene, al singolo del 1966 furono aggiunti i nomi dei tre compositori di You'll Be Gone (sempre se si vuole pensare che Elvis ebbe un effettivo ruolo nella stesura del pezzo), ma l'errore restò tale. Ecco dunque sfilare (potete vederlo in una delle immagini che corredano il post) Red West, Elvis Presley e il fantomatico Charlie Hoage! A quanto mi risulta, non esistono ristampe di questo disco tedesco con il cognome del povero Charlie scritto in modo corretto. Ormai è andata.       

BLUE RIVER / YOU'LL BE GONE

RCA Victor  47-9686 (v2 label)
[Germania - Febbraio 1966]




Disco e immagini: Roberto Paglia

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...