ALMOST IN... AVON


Lo confesso, ho sempre avuto un debole per Almost In Love, una compilazione ricca di canzoni che mi piacciono molto, come A Little Less Conversation - in assoluto uno dei brani di Elvis che ho ascoltato di più - Charro, Clean Up Your Own Back Yard e la stessa title track. Questa particolare edizione in cd risale al 1997 e fu realizzata in esclusiva per la Avon. Il disco rimase in catalogo circa un mese, di conseguenza si trasformò in un pezzo piuttosto ambito dai collezionisti, affascinati soprattutto dalla copertina dello stesso, identica a quella della riedizione in vinile del 1975 targata Pickwick, l'etichetta discografica che aveva rilevato tutti gli album di Elvis appartenenti alla linea economica Camden (dieci in totale).

Trovai il 33 giri in un piccolo negozio di dischi, in modo del tutto casuale, mentre ero in vacanza al mare. Per poterlo ascoltare dovevo necessariamente attendere il ritorno a Roma, e ricordo che ad un certo punto mi misi a contare i giorni, tanto ero impaziente! Quando finalmente giunse il momento, Almost In Love non deluse le aspettative, e stazionò frequentemente sul mio modestissimo giradischi. All'epoca ero un ragazzino di dodici o tredici anni e certe sfumature non riuscivo a coglierle, ma l'album immortalava Elvis in una fase molto particolare della sua carriera, in quel momento sospesa tra la fine del percorso hollywoodiano e il ritorno all'attività concertistica.



Almost In Love

BMG CAD1-2440
BMG Special Product for Avon
USA 1997

1 Almost In Love
2 Long Legged Girl (With The Short Dress On)
3 Edge Of Reality
4 My Little Friend
5 A Little Less Conversation
6 Rubberneckin'
7 Clean Up Your Own Back Yard
8 U.S. Male
9 Charro
10 Stay Away



Ecco cosa scrivevo cinque anni fa sul forum dell'Elvis Italian Collector Club, relativamente al brano Almost In Love.

Questa canzone l'avrei vista bene nella scaletta di qualche concerto degli anni '70, magari a Las Vegas o Lake Tahoe, dove la natura più intima e raccolta degli spettacoli poteva consentire inserimenti di questo genere. Viste le sue caratteristiche - è un brano d'atmosfera in perfetto stile da night club - con qualche ritocco all'arrangiamento non avrebbe sfigurato tra i numeri di un midnight show! In fondo, siamo di fronte a un pezzo non privo di fascino, sufficientemente buono per guadagnarsi il lato di un singolo (comunque colato a picco) e per dare il titolo alla migliore delle compilation targate Camden che inflazionarono il mercato discografico nei seventies. Incisa nei primi mesi del 1968 insieme alle altre canzoni della colonna sonora di Live A Little, Love A Little, la canzone rende nota una forte esigenza di cambiamento, pur muovendosi nei rigidi schemi che la carriera cinematografica di Elvis imponeva. In effetti, Almost In Love appartiene alla lista di quei brani transitori che si trovano in una sorta di limbo, tra la fine del sogno hollywoodiano, trasformatosi in una routine apparentemente senza via d'uscita e l'inizio di una nuova, esaltante fase, che coincide con l'inizio delle session del 1969 a Memphis. Una fase che passa obbligatoriamente per lo Special televisivo del 1968, perché Elvis deve prima tornare alle sue radici. Il testo di Almost In Love non è molto originale, tutt'altro, ma il passaggio al decennio successivo è evidenziato dalla voce di Elvis, nella quale possiamo già cogliere alcuni riflessi di quanto avverrà in seguito.


(Immagini: Roberto Paglia)


2 commenti:

  1. thank you for this review of a great Lp /Cd _ i do own this on Vinyl and Cd as a loyal fan for over 46 yrs or more to date
    Long Live The King _

    RispondiElimina
  2. the Avon release of ALMOST IN LOVE is in ''mono ..how cheezy can you get ??

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...